Il mondo della musica ha subito una grande trasformazione negli ultimi anni, grazie alla diffusione dei social media e delle piattaforme online. Tuttavia, questo processo è stato a lungo frenato dalla problematica dei diritti d'autore: molti utenti si sono trovati in difficoltà nel condividere contenuti audiovisivi completi di musica, per paura di violare le leggi sul copyright. Questo fino a quando, finalmente, è stato trovato un accordo tra Meta (ex-Facebook) e SIAE, che ha permesso il ritorno della musica su Facebook e Instagram senza infrangere la legge. In questo articolo, vedremo cosa sia la SIAE e come l'accordo tra Meta e l'ente italiano abbia reso possibile questo importante passo avanti.

Chi è la SIAE?

La Società Italiana degli Autori ed Editori, meglio nota come SIAE, è un'associazione senza scopo di lucro costituita nel 1882. L'ente ha il compito di tutelare i diritti d'autore degli autori italiani e stranieri, garantendo loro la protezione e la remunerazione economica per l'utilizzo delle proprie opere. La SIAE è l'ente preposto alla gestione dei diritti d'autore in Italia e fornisce servizi di assistenza e consulenza ai propri associati. La società ha stretto numerosi accordi con enti simili in tutto il mondo, per garantire la protezione dei diritti degli autori anche a livello internazionale.

L'accordo tra Meta e SIAE

Dopo mesi di negoziati, è stato finalmente trovato un accordo tra Meta e SIAE per la riproduzione di opere musicali su Facebook e Instagram. Grazie a questo accordo, gli utenti delle piattaforme possono utilizzare tracce musicali senza infrangere i diritti d'autore, garantendo agli artisti la giusta remunerazione economica per l'utilizzo delle loro opere. L'intesa tra Meta e SIAE rappresenta un importante passo avanti per il mondo della musica online, che ora può godere di maggiore libertà creativa nella produzione di contenuti audiovisivi completi di musica.

La possibilità di condividere contenuti audiovisivi completi di musica è stata accolta con grande entusiasmo dagli utenti di Facebook e Instagram, che hanno subito iniziato a sperimentare la nuova funzione. Gli artisti, dal canto loro, hanno finalmente la garanzia di essere compensati per l'utilizzo delle proprie opere sulla piattaforma, grazie all'accordo tra Meta e SIAE.




Come funziona l'accordo?

L'accordo tra Meta e SIAE prevede che le società autorizzino l'utilizzo di brani musicali sulle piattaforme social, in cambio di una giusta remunerazione economica per gli artisti. La SIAE ha infatti il compito di gestire i diritti d'autore dei propri associati, proteggendo le opere musicali dagli utilizzi non autorizzati e garantendo loro una giusta retribuzione. Meta, dal canto suo, ha sviluppato una tecnologia avanzata che permette di identificare le opere musicali utilizzate dagli utenti delle piattaforme, per garantire la conformità all'accordo con la SIAE. In questo modo, gli utenti possono godere della libertà creativa di condividere contenuti audiovisivi completi di musica senza violare i diritti d'autore.

Conclusioni

L'accordo tra Meta e SIAE rappresenta un importante passo avanti per il mondo della musica online, che ora può godere di maggiore libertà creativa nella produzione di contenuti audiovisivi completi di musica. Grazie a questa intesa, gli utenti di Facebook e Instagram possono finalmente condividere contenuti audiovisivi arricchiti da tracce musicali senza infrangere i diritti d'autore. Gli artisti, dal canto loro, hanno finalmente la garanzia di essere compensati per l'utilizzo delle proprie opere sulla piattaforma,



Fonte immagine: Pixabay

Fonte articolo: Ansa